Slow Food Sicilia dona un respiratore all’Oasi di Troina e alla sua comunità

Aggiornato il: apr 4



Slow Food Sicilia dona un respiratore all’Oasi di Troina e alla sua comunità www.slowfoodsicilia.it



Slow Food Sicilia segue con grande apprensione la situazione che si è venuta a creare a causa del coronavirus in tutta la Sicilia ed in particolare a Troina, ultima nata fra le Comunità Slow Food e parte del progetto "Isole Slow di Montagna", oltre che Borgo più bello d'Italia in Sicilia, con la quale organizzazione, si è da tempo stipulato un protocollo d'intesa. Slow Food Sicilia ha effettuato una donazione destinata all’acquisto di un respiratore per aiutare a superare come meglio possibile l'emergenza sanitaria che si è venuta a creare presso l’I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. di Troina. Si sta cercando di dare ampia diffusione a questo gesto, non certo per visibilità, ma esclusivamente per stimolare tutti gli altri soci Slow Food a emulare gesti di solidarietà nei confronti di chi in questo momento ha delle vere necessità.

Con l’auspicio che Fabio Venezia, sindaco di Troina, si faccia portavoce nei confronti di tutta la sua comunità in un simbolico abbraccio da parte di tutta Slow Food Sicilia, si spera di potersi tutti ritrovare quando l'emergenza sarà finita, ed applicare al meglio insieme i principi di Slow Food, fra cui quelli delle “Colture Resilienti”. Questo tempo serva da opportunità per coltivare dentro di noi la coscienza del rispetto verso la nostra Terra Madre e verso il resto dell’umanità, cominciando proprio da chi in questo momento ha più bisogno.