Treni Storici del Gusto 2019 - 8 Settembre

Treno delle mandorle e conserve iblee da Siracusa a Comiso a Castello e Parco di Donnafugata


Il treno con le mitiche carrozze “centoporte” è arrivato a Comiso alle 11.30 e i poco meno di cento viaggiatori, accolti dalle guide e dai funzionari del comune di Comiso, hanno raggiunto piazza delle Erbe dove si trovano la pregevole chiesa di San Francesco all'Immacolata e l'ex mercato Casmeneo oggi sede della Fondazione Gesualdo Bufalino. Nell'elegante loggiato di questo edificio neoclassico erano stati sistemati i banchetti dei produttori che hanno fattivamente collaborato alla gestione del Laboratorio del Gusto. I partecipanti hanno ascoltato con vivo interesse la narrazione dei prodotti in degustazione e la filosofia che informa tutte le azioni di Slow Food. Hanno poi potuto assaggiare le favelle di Fava Cottoia, la giuggiulena che utilizza il Sesamo di Ispica, le fettine di pane spalmate con le marmellate di Cipolla di Giarratana, la caponata con pane di farina Russello e altre conserve di frutta e ortaggi coltivati rispettando la stagionalità. Hanno inoltre potuto non solo osservare ma anche lavorare la pasta per il pane con “u scanaturi”. Dopo hanno continuato a visitare Comiso potendone apprezzare i numerosi monumenti e prendere coscienza come questa cittadina sia ingiustamente trascurata per la vicinanza di tre gioielli del barocco siciliano,come Ragusa Ibla,Modica e Scicli. Nel pomeriggio sono risaliti in treno per raggiungere e visitare il Castello di Donnafugata.


Qui le foto