Report "Deep Slow" di Filicudi


La Comunità "Filicudi Isola Slow" presenta: "Deep Slow" - I tesori sommersi di #Paradisola

Ecco il primo appuntamento della stagione Autunno/Inverno 2018/19 della Condotta Slow Food più "diffusa" d'Italia, quella delle "Isole Slow Siciliane" dove ancora una volta sarà il mare, l'elemento che divide le nostre isole ad unirle sotto la bandiera dell'ambiente, dello sport e del cibo "Buono, Pulito e Giusto"! La dimostrazione che l'unione delle forze, in una consorzialità che tarda ad essere la protagonista della vita Sociale e Commerciale del nostro territorio diffuso, è l'unica soluzione per garantire la qualità dei servizi, nonchè una pluralità dell'offerta derivante dalla diversificazione programmata delle proposte e non dal gioco a ribasso derivante da scene di lotta di classe. Alcuni Diving delle Isole Eolie hanno aderito con intelligenza e lungimiranza a questa nostra iniziativa, tanto da osare di sognare la realizzazione dell’evento annuale per la Comunità “Filicudi Isola Slow”.

Come sempre i princìpi che hanno mosso l'iniziativa sono stati quelli legati ai nostri concetti da difendere:

1. Avvicinamento e sensibilizzazione verso i concetti di “Buono, Pulito e Giusto”.

2. Scoperta dei tesori archeologici dell’isola, per un’interessante riflessione sulle antiche rotte dei commerci, nei primi insediamenti antropici dell’isola.

3. Avvicinamento alla disciplina della Subacquea, con “Battesimo del Mare”.

4. Sensibilizzazione al rispetto delle regole elementari di comportamento per la tutela dell’ambiente marino.

5. Presentare e far conoscere l’aspetto “Bio-diverso” delle Isole Slow, accompagnando gli ospiti e/o i loro accompagnatori, in un percorso alternativo di riscoperta del territorio, raccontando il mare anche da un altro punto di vista.


Un primo appuntamento al Saloon di Pecorini mare, dove la Comunità "Filicudi isola Slow" ha raccontato la storia del "Pane Caliàtu", quello originale di un tempo, fatto con una base di friselle d'orzo, seccate e poi ammollate con acqua di mare, condite con i frutti dell'isola e della stagione.

Poi a cena a casa di Alice, una cena a base di prodotti del territorio, con tradizione, stagionalità e km. e miglio zero, in perfetto stile Slow!

Finocchietto di mare in conserva, olive schiacciate con sedano, carote e peperoni, rotolini di pane con pancetta e mozzarella, mortadella e provola affumicata. Mezze penne al ragù di scorfano e gallinella. Caponata di melanzane e Totano con patate, cipolla rossa e capperi. Peperoni ripieni di papato fresco e cònza di mollica agli aromi. Gelo di Uva fragola e cannella (commovente) e gelo di melone per concludere una cena inequivocabilmente "Buona, Pulita e Giusta"!


Ed il giorno dopo in mare con i Diving di Filicudi, Vulcano e Salina, per concludere a casa di Giuseppe, dove lo Chef Galluzzo ha dato sfogo alla complessa semplicità della sua arte, rispettando le materie prime con un garbo di altri tempi.

Tartare di Alalunga con capperi, pomodori e cipolla, per proseguire con un Totano agli agrumi ed un carpaccio di Aluzzo al timo fresco, una calamarata con Cernia e fiori di zucca dell'orto, peperoni e melanzane dell'orto grigliate e sporcate con un pesto rigorosamente fatto in casa, Gobetto - Plesionìka Edwardsii - LKW - al secolo Gamberetto di Nassa saltato a tipo #nagiràtaenavutàta e #umulùni!


La gioia di ritrovarsi, partecipando al successo di chi ha preso in mano le redini di un carrozzone difficile da governare, ma che ha dimostrato, ancora una una volta e se ce ne fosse stato bisogno, di avere le qualità e le capacità per far bene! Programmazione, sicurezza, qualità e convivialità d'eccellenza per un evento che è stato la puntata pilota per qualcosa di ciclico, che vedrà nella programmazione, nella comunicazione e nella consorzialità il suo grande sviluppo!


Una grande Daniela Tagliasacchi guida la Condotta "Isole Slow Siciliane" verso un divenire che si avvicinerà sempre di più ai concetti puri di "Buono, Pulito e Giusto"!


Un particolare ringraziamento al Portavoce di Slow Food Sicilia - Saro Gugliotta, a Tony Scontrino del Diving Saracen di Vulcano, Roberto Carini del Muciara Diving di Salina ed al padrone di casa Nino Terrano del Diving "I Delfini" di Pecorini Mare a Filicudi, che ci hanno accompagnato nel mondo sottomarino insieme al gradito ospite d'eccezione, il Tenente di Vascello (CP) Giuseppe Simeone, Comandante del 3°Nucleo Sommozzatori della Guardia Costiera di Messina, che ha messo a disposizione dei convenuti la sua elevata esperienza!

Il Fiduciario di Condotta - Daniela Tagliasacchi - vi invita sin da adesso a restare sintonizzati per la seconda edizione dell'evento!


Al prossimo anno con un nuovo appuntamento alla scoperta dei tesori sommersi di #Paradisola ed anche voi potrete dire:

"Mollo tutto e vivo Slow"!!!


QUI' Tutte le foto