Treni Storici del Gusto - Itinerario Caltanissetta - Modica del 9 dicembre 2018


L’ultimo” Treno storico del gusto “del 2018 partito leggermente in ritardo dalla stazione di Caltanissetta alla volta di Modica, ha confermato l’enorme successo di pubblico riservato al progetto voluto dall’Assessorato al turismo. Si è registrata la presenza di circa 280 persone inclusi una decina fra addetti alle ferrovie e responsabili dell’assessorato. Dopo le prevedibili problematiche ,dato il gran numero di passeggeri,su cui hanno dovuto intervenire anche i volontari slow food per aiutare chi, non trovando posto era rimasto in piedi anche perché le quattro locomotive non erano tutte collegate fra di loro ,finalmente, quando alla prima fermata possibile tutti si sono sistemati, è cominciato il nostro racconto. I sei volontari della condotta Enna Caltanissetta supportati anche da 4 ragazzi dell’alberghiero nisseno hanno intrattenuto i passeggeri, sembra molto piacevolmente,dati i complimenti e ringraziamenti di chi ha anche chiesto come seguire ancòra le attività di slow food, sulla storia dei popoli che avevano lasciato, nell’arco dei secoli, le proprie impronte nei territori attraversati dal treno. Si è parlato naturalmente della filosofia Slow Food e del suo essere congeniale al modo in cui la lentezza di un treno può far godere della bellezza di luoghi e paesaggi. Non poteva mancare un riferimento ai Presidi particolarmente numerosi sia nei territori del nisseno e dell’agrigentino,si pensi al lenticchia di Villalba o al Pomodoro siccagno della Valle del Belici e alla “Capra Girgentana” sia a quelli del territorio ragusano come il “Fagiolo Cosaruciaru”,La Fava Cottoia ,La Razza Modicana ,il Miele degli Iblei e infine l’Asino Ragusano. Dato l’argomento scelto per il viaggio si sono descritti raccontati e fatti degustare alcuni dei dolci legati alla tradizione dei territori da quelli conventuali come la “Spina Santa” riscoperta fortunosamente da un famoso pasticcere di Caltanissetta a quelli di Presidio come la “Cuddriredda di Delia”;altra prelibatezza del Nisseno e anche di Modica è decisamente il torrone. Si è scelto di far assaggiare quello di Caltanissetta più simile al mandorlato arabo e infine per chiudere in bellezza il viaggio di ritorno si è fatto assaggiare il famoso cioccolato di Modica che ha lasciato i passeggeri con il dolce in bocca e la promessa di rivedersi presto in altre occasioni simili.


Tutte le foto QUI'